Analisi letteraria del Libro di Giobbe

Uno dei più famosi libri del Vecchio Testamento nella Bibbia, il Libro di Giobbe è di circa un uomo ricco che ha perso tutta la sua fortuna, i loro figli e le loro proprietà. Prosa mostra giustizia divina e il male che capita di persone buone e insegna che nessuna tentazione è assolutamente irresistibile.

Sfondo del Libro di Giobbe

Mentre il Talmud dice che Mosè ha scritto il libro di Giobbe, molti esperti ritengono che i testi biblici è stato scritto da un autore anonimo. Data l'esistenza di incongruenze in prosa e dialogo poetico, alcuni ritengono che è stato scritto da più di una persona. Certe scoperte del XX secolo hanno portato alcuni a sostenere che il libro viene da un vecchio racconto popolare che qualcuno finalmente aC ha scritto nel V secolo. Mentre ci sono diverse traduzioni del Libro di Giobbe, tutto quello che provengono dai testi greca dei Settanta che sono stati tradotti dai testi ebraico masoretico ebraico e la Vulgata (latina), che è una traduzione di testi hebreros.

argomento

Il libro inizia con Giobbe, uno sceicco ebraica pia che ha tutto ciò che si può desiderare in vita. Dio loda la fedeltà di Giobbe, che era rara tra i ricchi, e attribuisce la felicità di questo uomo nella sua fedeltà. Tuttavia, Satana sfida Dio sostenendo che la fedeltà di Giobbe è perché il vostro denaro e buona fortuna ha avuto nella vita e scommetto che darà indietro se si verifica qualche incidente. Di conseguenza, i loro bambini muoiono, Giobbe perse tutta la sua fortuna e contrasse una malattia della pelle dolorosa. In tutto il libro, gli amici di Giobbe, Elifaz, Bildad e Sofar, ti dicono che Dio li sta punendo per i loro peccati. Egli nega questa spiegazione, e Elihu, un altro amico, difendere Dio dicendo che non causa il male nella sua creazione. Capitoli 14, 33 e 37 illustrano che la confusione nella vita è il prodotto della volontà. Alla fine del libro, Giobbe si pente questione di Dio e lui ti premia con denaro e potere.

Principali problematiche affrontate

Ci sono diversi argomenti indiscutibili nel libro di Giobbe, come la virtù della pazienza nei momenti di sofferenza, la ricompensa della fede, l'idea che la sofferenza non è una punizione per i peccati, l'onnipotenza di Dio e di valutazione morale. Marcus teologi d'Aquino e di Papa Gregorio ho sentito che il libro ci insegna che la sofferenza è una pulizia e l'esperienza conveniente. Alcuni esperti hanno suggerito che un altro problema vale la pena valutare è l'incapacità degli esseri umani di capire come funziona Dio, che va oltre l'interpretazione di uomo dà il termine giustizia.

L'arrivo del Messia

I capitoli 9 e 33 del Libro di Giobbe, dice che vorrebbe poter avere un mediatore che permette di comunicare con Dio. Questi desideri aiutano a introdurre la nascita, la vita e lo scopo del Messia, Gesù Cristo, la cui vita sulla terra comincia nel Nuovo Testamento della Bibbia. Il libro di Tito, nel suo secondo capitolo rivela che Gesù è il mediatore che sia voluto lavoro. L'idea di Gesù come il redentore è introdotto nel capitolo 19 del Libro di Giobbe, quando dice di credere che Dio ti concede quella persona, che cosa si riferisce Paolo nel primo capitolo del Libro di Efesini nel Nuovo Testamento.